lunedì 8 dicembre 2014

Trimix Dive Secca Rossi e Gialli Dicembre 2014


Dopo quasi due mesi dall’ultimo tuffo a miscela, siamo riusciti ad organizzare un tuffo che avevamo in programma da Agosto,  e che siamo stati costretti a rimandare per  condizioni meteo non favorevoli.
Il ponte dell’immacolata  si presta bene, le previsione sono ottime: Sole e mare calmo. Siamo indecisi se fare un tuffo sulla Secca del Giardinetto a Imperia ma alla fine prendiamo contatto con Nereo Sub di Spotorno e organizziamo la nostra immersione.
Appuntamento è alle ore 8:30 al diving  dove ad aspettarci troviamo immancabile Alfredo, il suo socio Claudio  e Salvatore. Scenderemo in acqua in 4 , due gruppi. Io e Dario faremo 25 minuti di fondo con Trimix, mentre Alfredo e Claudio scenderanno in aria e faranno meno tempo. Salpiamo poco dopo le 9.00 , davanti a noi la bella Isola di Begeggi, in cielo non c’è una nuvola. Il mare è una tavola.  Dopo pochi minuti di navigazione Salvatore rallenta e individua la secca con ecoscandaglio,  viene lanciato il pedagno che corre veloce vs il fondo.

La secca sui cui ci immergeremo si chiama Rossi e Gialli  è composta da 2 grandi scogli che si alzano da un fondale di 62 mt sino a 48 , uno vicino all'altro formano uno stretto canyon in cui le gorgonie di entrambi i lati si toccano e si incrociano..
Il nome di questa immersione deriva dalla presenza di bellissimi rami di gorgonia rossa mischiati a quelle gialle oppure con le parti terminali che assumono quest'ultimo colore

Scendiamo dritti seguendo la cima, durante la discesa mi chiedo se il pedagno è caduto in prossimità degli scogli …..e mi chiedo che visibilità troveremo sul fondo.

Trascorsi 2 minuti  arriviamo sul fondo -58 .Il pedagno è stato lanciato in maniera impeccabile accanto agli scogli e la visibilità è davvero oltre le aspettative. Almeno 10 mt , siamo a dicembre , non è male. Iniziamo a nuotare attorno a questi scogli completamente avvolte da paramuricee clavate di notevoli dimensioni ,siamo di fronte a una e vera e propria foresta .Ogni centimetro di roccia ne  è ricoperto. Sul fondo c’è una distesa di gorgonie bianche mentre ,alzandoci di qualche metro a -54 le gorgonie rosse lasciamo spazio alle gorgonie bicolori, gialle e rosse .
Lo spettacolo che si presenta davanti ai ns occhi è superlativo .Una tavolozza di colori avvolta da migliaia di anthias che si muovono freneticamente. Troviamo due belle aragoste , un riccio melone. Una galatae in una spacca a  -60,un grosso sciarrano.

I due scogli sono così vicini da creare un canyon suggestivo . Le gorgonie bicolori la fanno da padrona c’è ne sono tante e rigogliose. In passato questo esemplare l’avevo incontrato sia in Sardegna alla Secca del Papa ,sia in Calabria a Scilla. Ci godiamo il ns tempo di fondo e al 25' ,ritrovata la cima di risalita, lasciamo la secca per affrontare 55 minuti di decompressione.

Tappa dopo tappa, torniamo all’aria al 80 minuto.

Tra le varie immersioni  in trimix fatte tra Savona e Spotorno questa è sicuramente la più particolare ,molto colorata , piccola ma di grande bellezza. La consiglio è penso proprio di tornarci.

Scoglio dei rossi e gialli from Dario Lupi on Vimeo.






 

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie della tua visita.Se hai voglia di dire qualcosa, lo puoi fare nello spazio qui sotto. Ciao