venerdì 29 maggio 2015

Trimix Dive Secca Zì Costante

La secca di Zi Costante si trova ai confini della zona A del Parco Marino dell'isola di Giannutri.
​Il fondale è costituito  prevalentemente da pinnacoli e scogli molto grandi, seguiti da una parete che si estende per circa 300 mt in direzione NE-SW .Gli scogli salgono fino a 54 metri circa mentre il fondo sabbioso si estende in direzione S tra i 75 e i 90 metri ,spesso l'area della secca è battuta da forti correnti.
Lasciamo Porto Ercole con il gommone pieno di attrezzature, alla guida Simone Nicolini titolare di Argentario Divers che ci farà assistenza e ci pedagnerà la secca.
E' Venerdì sul gommone siamo solo 4 divers, la giornata è splendida, mare calmissimo ,ci sono le condizioni ideali per fare questo tuffo impegnativo.
Arriviamo sulla secca, Simone inizia a scandagliare il fondale ed ecco apparire il ns cappello a -55...
Assicurato il pedagno e appurato la mancanza di corrente, vestiamo le attrezzature, calando le decompressive lungo delle cime.
Abbiamo pianificato 20 minuti a 70metri .Ho caricato nel mio bibo 12+12 un ottimo 15/50 come gas di fondo,35/30 come prima decompressiva da prendere a 36mt, Nitrox 50 dai 21mt e Oxy per le ultime tappe.
La decompressione avverrà il libera con lancio del pallone ,il profilo decompressivo è stato sviluppato con il sistema memonico UTR .
Terminati i controlli di superficie inizia la discesa .
Discesa da capogiro, in 1 minuto arriviamo a -55mt.
Cenno di ok scolliniamo la secca e giù lungo le pareti che il divertimento abbia inizio.
Mi rendo subito conto di essere in un posto a mio avviso fuori standard per la bellezza del fondale.
La secca è completamente ricoperta di gorgonie gialle e rosse, ci sono anche degli alcionari "mano di morto", molto rari nel mare nostrum  rendono questo posto unico dal punto di vista biologico.
Il pesce è davvero numeroso  .Grosse aragoste appaiono tra le spacche , scorfani rossi e condomini di musdelle baffute si mostrano senza paura, non sappiamo più dove puntare la torcia  per segnalare, siamo esaltati, non sappiamo se guardare aragoste, scorfani ,musdelle c' è di tutto da per tutto, ricci matita ,stelle pentagono, qualche astrospartus. Il mare ci sta offrendo uno spettacolo unico.
Continuiamo la nostra permanenza ed ecco apparire un piccolo ramo di corallo nero ,continuando sulla batimetrica dei -75 ecco apparire una colonia davvero notevole, foto di rito, video  ma aimè e scattato il 20' è ora di andare, non possiamo sforare la pianificazione, salutiamo il ns amico con il reb e risaliamo lungo la secca.
Arrivati  a -55 salutiamo anche la secca e ora ci aspettando 60minuti di decompressione nel blu. A 21mt lanciamo il pallone e all' 85 siamo fuori ,davvero esaltati .
A mio avviso questo è un tuffo strepitoso, impegnativo per le profondità, la decompressione nel blu ma dal punto di visto biologico siamo al top : Alcionari, corallo nero, molto pesce ,un acqua cristallina come quella delle Maldive. Il tuffo su Zì Costante rimarrà per sempre nella memoria dei  miei ricordi subacquei.
Corallo Nero secca di Zi' Costante from Dario Lupi on Vimeo.
 






Nessun commento:

Posta un commento

Grazie della tua visita.Se hai voglia di dire qualcosa, lo puoi fare nello spazio qui sotto. Ciao